Seleziona una pagina

casa Michetti

DUE PARETI SCORREVOLI PER DIVEDERE  GLI AMBIENTI.

Il progetto di ristrutturazione realizzato dallo studio di progettazione Officine Architetti Napoli è espressione di una efficiente ottimizzazione degli spazi, in cui ogni dettaglio è finalizzato al raggiungimento della massima funzionalità con il minimo ingombro.

Casa Michetti è parte di un complesso residenziale sorto agli inizi degli anni 70 sulla collina del Vomero, quartiere di Napoli, nei pressi della certosa di San Martino e del Castel Sant’Elmo. L’immobile oggetto della ristrutturazione edilizia, ha una superficie di circa 110 mq, la distribuzione interna prevede un ampio salone, una cucina, tre camere, due bagni e una piccola lavanderia.

Dalle finestre del salone si scorgono le cime dei platani che costeggiano la strada. La luce che riscalda gli ambienti penetra tra le foglie dei rami creando, all’interno dell’abitazione, giochi di ombre e luci molto suggestivi che mutano continuamente in sintonia con il susseguirsi delle ore e il succedersi delle stagioni. Gli architetti napoletani, oltre alla ridistribuzione planimetrica, hanno progettato l’arredamento dell’intero appartamento curandone la scelta dei complementi di arredi, un lavoro di interior design che ha richiesto l’ausilio di maestranze artigiane di elevato profilo. La falegnameria, realizzata completamente su misura, ha dato la possibilità di ottimizzare al massimo gli spazi.

Lo snack come elemento chiave del progetto.

Caratteristica principale della zona living è la grande parete a vetro interposta tra  la cucina ed il salone. La separazione fra questi ambienti è annullata dalla grande vetrata a tutta altezza, con apertura scorrevole. A fare da filtro, al di là della parete a vetro, c’è uno snack che oltre a delimitare lo spazio è anche punto di connubio tra la cucina ed il salone. Le pareti scorrevoli utilizzate dagli architetti napoletani puntano su una piena funzionalità e fruibilità degli spazi. La versatilità spaziale di questa casa è una peculiarità. Un disegno in pianta ben preciso definisce e separa gli accessi della zona giorno e della zona notte. Una parete nera fa da quinta al salone, rompendo la continuità del bianco delle pareti e degli arredi. La pavimentazione è in rovere naturale e copre tutte le zone della casa. I bagni sono stati realizzati in resina.

Officine Architetti Napoli

fotografia: Archivio Officine

TI PIACE IL NOSTRO ULTIMO LAVORO?
VUOI CONDIVIDERE UNA TUA IDEA O RICHIEDERE UNA CONSULENZA?
COMPILA IL FORM E TI RICONTATTIAMO APPENA POSSIBILE

PRIVACY

3 + 8 =