Seleziona una pagina

Dolly 90

UNA PARETE ATTREZZATA CHE DIVENTA SPINA DORSALE DEL PROGETTO.

Lo studio Officine Architetti Associati firma la ristrutturazione di una piccola abitazione anni 30 puntando tutto su pareti attrezzate multifunzionali dove il bianco e il rovere si alternano al nero.

Quando lo spazio a disposizione non è molto, le pareti possono diventare elementi essenziali del design, non sono più semplici superfici, inerti e piane, relegate al ruolo di cornice, ma spazi provvisti di una propria autonomia, dinamici e tridimensionali, che intrecciano estetica e funzione per arredare e personalizzare in modo intelligente la casa. Ne è un esempio questo piccolo appartamento di Napoli, che porta la firma dello studio Officine Architetti Associati. Quello che gli architetti napoletani si sono trovati di fronte in principio era un vecchio stabile anni 30, in cui già ci sono stati interventi di architetti napoletani famosi. L’appartamento in oggetto ha una superficie complessiva di 80 metri quadrati e la necessità di ottimizzare gli spazi, è stato il modus operandi dell’intero progetto.

Ha avuto così inizio un intenso lavoro di ridistribuzione interna, che ha riguardato tre aspetti principali: la zona giorno, il bagno e la camera da letto. In ciascuno di questi ambienti il progetto si è concentrato proprio sulle pareti, trattate come vere e proprie installazioni, protagoniste indiscusse dello spazio. Il punto di partenza obbligato della ristrutturazione di questa piccola casa è la zona giorno, cuore pulsante della vita domestica: qui in origine c’erano due ambienti separati, poi il muro che li divideva è stato abbattuto, per ottenere una più ampia zona living, ideale per incontrarsi, mangiare e intrattenere gli ospiti.

L’arredo elemento chiave del progetto.

Le parete attrezzata, realizzata su misura, definisce lo spazio, è lunga circa otto metri, è un mosaico ben congegnato di moduli diversi, rispondenti ciascuno a una propria funzione specifica. Il forno, la dispensa, il frigo, l’angolo libreria, la zona tv, sono le singole parti di un insieme articolato, che gioca con altezze e profondità per dare un’impronta originale, pratica e accattivante insieme. Nel dialogo tra vuoti e pieni che sostanzia ogni ambiente si inserisce un altro fattore decisivo: il colore. Gli architetti hanno scelto il nero, che meglio di qualsiasi colore, accentua, sottolinea ed evidenzia le profondità e i volumi. In una scenografia così decisa, le variazioni cromatiche sono affidate ai complementi di arredo contemporaneo e alle opere d’arte, pochi pezzi dal sapore giovanile.

Officine Architetti Napoli

fotografia: Archivio Officine

TI PIACE IL NOSTRO ULTIMO LAVORO?
VUOI CONDIVIDERE UNA TUA IDEA O RICHIEDERE UNA CONSULENZA?
COMPILA IL FORM E TI RICONTATTIAMO APPENA POSSIBILE

PRIVACY

1 + 3 =